Prova costume: ecco perché andrebbe eliminata

Alvufshionstyle

Non trovate come il termine “Prova Costume” sia alquanto sorpassato e demodé, sia per gli uomini che per le donne?

Più leggo i magazine on line e più mi accorgo che gli articoli sembrano pre-confezionati con decaloghi finalizzati a proporre qualcosa: le 5 regole per…; 10 consigli su come fare…; 6 metodi comprovati per… E così via.

Ci sono regole ovunque, eppure siamo cresciuti sin da piccoli con norme, esami da superare e voti. Stagione dopo stagione, gli argomenti tendono a essere ripetitivi, identici, come un ciclo della moda da rispettare.

Mi trovo assuefatta da questi titoli e appena leggo questi precetti, come ricette universali, ne sono ormai anestetizzata da rifiutare a priori la lettura. Rinuncio tranquillamente ad aprire il link.

Anche quest’anno ci viene propinata sulle principali riviste di moda la cosiddetta “Prova Costume”. Sappiamo benissimo di cosa si tratta: tornare in perfetta forma per l’estate al fine di indossare il nostro bikini da sogno e non essere avvezzi a giudizi e pettegolezzi da spiaggia.

E così le chiamano “piccole imperfezioni, cuscinetti adiposi, inestetismi”. Ovviamente non mi riferisco assolutamente alle patologie gravi, non è questa la sede ma a quelle insicurezze che possono nascere anche tra gli adolescenti.

Sinceramente trovo questa “Prova Costume” ormai superata in tutti i sensi, perché non ha ragione di esistere, anzi, la trovo quasi offensiva, insensibile, oltre ad essere priva di significato.

Propongo dunque di sostituire i due termini e coniare uno nuovo “Sfida al Benessere”. Perché questo termine? Perché la sfida è un mettersi in gioco che non c’entra nulla con il giudizio finale. Non si tratta di rimettersi in forma per indossare un qualcosa ma di essere consapevoli di un cambiamento di vita psico-fisico che va oltre il lato estetico e che intende valorizzare la persona attraverso la soddisfazione e il raggiungimento del proprio obiettivo.

La “Sfida al Benessere” è la soluzione ideale per chiunque, perché la competizione non è vissuta con gli altri, non esiste confronto ma fa leva sulla volontà della persona: per sentirsi meglio fisicamente mangiando in modo sano e attraverso l’attività fisica, aumentare la concentrazione, trovare lo sprint e l’energia per affrontare la giornata. È un lavorare su sé stessi con positività.

 A questo punto, censurerei Prxxxx Costxxxx dal vocabolario dei magazine con la nuova “Sfida al Benessere”. Siete d’accordo? E voi cosa ne pensate?

Sul Web ho trovato tantissime vignette ironiche! Ecco quelle più divertenti!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Copyright Alvufashionstyle di Alvuela Franco

 

 

9 Discussions on
“Prova costume: ecco perché andrebbe eliminata”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: