Intervista esclusiva allo stilista Andrea Incontri

Una laurea in architettura e la passione verso l’interior design, una continua ricerca sperimentale e innovativa, unita ad un gusto essenziale, minimal, di cui ne ha fatto il suo tratto distintivo: Andrea Incontri, classe 1971, di origini mantovane, è il giovane stilista che ha riscosso un enorme successo dopo la vittoria nella categoria accessori del prestigioso Talent Who’s on next promosso da Vogue Italia.

Nel 2000, approfondisce la conoscenza sulla pelletteria, in collaborazione con la filiera Toscana. Successivamente, con Pontoglio 1883, storica azienda di velluti pregiati, si appassiona ai tessuti. Dopo diverse collaborazioni con brand quali Fratelli Rossetti, Alcantara, ADD e Aiguille Noire di Peuterey Group, debutta, nel 2009, con il proprio marchio Andrea Incontri. Il concept innovativo, sperimentale e tecnico-funzionale, diventa il tratto distintivo di tutta la filosofia del brand, traducendolo in accessori di pelletteria, calzature e ready-to-wear sia femminile che maschile.
Nel 2013 con la main SS14, inizia la collaborazione con l’azienda italiana Kabi per la produzione e la distribuzione della collezione di abbigliamento donna. E sempre nello stesso anno, è chiamato a rappresentare l’eccellenza italiana nella sfilata organizzata da Vogue a Dubai.
Dal 2014 Andrea Incontri è stato nominato direttore creativo di Tod’s Uomo. Durante Pitti Uomo 87 a Palazzo Corsini, ha presentato la collezione A/I 2015-2016 alla quale ero presente.

Leggi tutto…