La mia Milan Fashion Week! di M. Vignali

cover-mfw

Vorrei vivere la mia vita come se fosse una milan fashion week! In quel mondo incantato, magico che per me è la moda, tra presentazioni, sfilate, foto di street style, cambi look ma soprattutto, per condividere le emozioni più belle con le persone speciali che non vedevi da tempo.

La fashion week ti travolge in un turbine di sensazioni a cui non voglio e non potrei mai rinunciare. Posso affermare con certezza che la moda ha per me una proprietà curativa, dovuta al fatto che riesce a trasmettermi non solo bellezza ma anche gioia di vivere e creatività.

Per noi appassionati, sono giornate molto intense ma ogni volta è sempre un’esperienza diversa, toccare con mano tutti quei meravigliosi pizzi, merletti, sete… E poi le modelle che sfilano con grazia su una passerella e penso a quanto lavoro e ricerca di tessuti c’è dietro una creazione. Eppure, sono solo dieci minuti di sfilata e ciò che mi rammarica, è vedere l’intero parterre, tutto intento a fare dirette o a postare sui social, guardando la sfilata sullo schermo del proprio smartphone, così che a fine sfilata nessuno applaude lo stilista, avendo le mani impegnate dalla tecnologia.  Per me questo è un po’ triste e mi chiedo: “Perché oggi la moda si è ridotta alle sole visualizzazioni di un post o di un video?”.  Le risposte sarebbero tante e diverse, servirebbe un approfondimento a parte.

Come ogni anno la settimana della moda a Milano è ricca di eventi, sfilate, party esclusivi a cui tutti vorrebbero partecipare ricevendo quel fatidico invito per essere super top.

La mia settimana è iniziata mercoledì e si è conclusa lunedì. Durante questi giorni, ho avuto l’opportunità come ogni anno, di partecipare e farmi “Curare” dalla bellezza della moda e del fashion system.

Il mio arrivo a Milano è avvenuto giovedì pomeriggio per la sfilata dello stilista emiliano, Cristiano Burani, che da diversi anni presenzia in calendario con la Camera della Moda e sfila in Piazza Duomo nello spazio Arengario. Burani ha presentato una collezione molto fresca e colorata e le righe sono state protagoniste sui capi taglio street e over. In un altro post descriverò tutti i dettagli.  Per l’occasione, ho indossato un look bianco e nero abbinando due borse vintage di Versace. Vi chiederete come mai due borse? La risposta e semplice! È il nuovo trend autunno-inverno.  Alla sfilata erano presenti la mitica Carla Gozzi, che ho rivisto molto volentieri e il suo partner televisivo Enzo Miccio. Ragazzi, che stile!

Sono tornato a Milano domenica, in compagnia della mia cara amica Federica Pilotti, personal shopper e consulente d’immagine per la sfilata di Alberto Zambelli e le presentazioni di Rossella Jardini e Bertoni 1949. Anche questa è stata una giornata bellissima e travolgente, soleggiata e colorata e il nostro look ha colpito molto!  Io ho anche indossato una mia creazione, come potete vedere dalla foto, indosso la mia giacca con bottoni. Mentre, la mia amica Federica Pilotti, aveva una meravigliosa gonna con motivi floreali.  La mia ultima giornata alla Milan Fashion Week è stata caratterizzata dai colori, da un gusto moderno ed elegante.

L’emozione più bella è stata quella vissuta durante l’incontro con Rossella Jardini la signora della moda che per vent’anni è stata direttore creativo e icona di Franco Moschino e che dopo l’addio al brand ne ha fondato uno suo che rispecchia tutta la sua essenza e forza. È stato meraviglioso poter parlare con lei!

La mia MFW si è conclusa così sul treno da Milano a Parma con una mente piena di idee e positività. Mi guardavo attorno ed ero felice, sorridente come quando da piccoli si mangia lo zucchero filato oppure si giocava alle giostre. È proprio vero, Karl Lagerfeld direbbe ‘’ La moda non è né morale né immorale, però è fatta per tirare su il morale.’’

Nei prossimi post vi racconterò nel dettaglio tendenze e sfilate! Stay tuned!

Questo slideshow richiede JavaScript.

di Michele Vignali

MICHELEVIGNALIBLOG.WORDPRESS.COM

1 Discussion on “La mia Milan Fashion Week! di M. Vignali”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: