Storia della Lady Dior di M. Vignali

ladydior-shanghai-advert

E dopo alcune settimane di vacanza rieccoci qui a parlare di vintage e storia del costume.

Sperò che le vostre vacanze siano state piacevoli e divertenti ma anche piene di amore, affetto e spensieratezza.

Oggi vi voglio raccontare la meravigliosa storia di una borsa che è diventata un vero e proprio must have: La Lady Dior.  Un accessorio talmente unico nella sua intramontabile eleganza che ha segnato la storia del costume e della moda.  Un Icon bag che esprime un’esclusiva e sofisticata raffinatezza ma che è legata purtroppo dalla sofferenza. Vediamo perché:

La storia della lady Dior è legata a Lady Diana Spencer, mamma, principessa, icona di stile, amata da tutto il mondo per la sua semplicità. Occhi celesti, capelli biondi, Diana rappresentava il sogno di molte donne di poter sposare il principe “azzurro” ma questa volta con un titolo autorevole come quello di Carlo principe di Galles e figlio maggiore della Regina Elisabetta II. È ancora vivo il ricordo del suo matrimonio e dell’emozione sul suo volto mentre salutava il popolo inglese dalla carrozza reale. Ma Lady D. è nota anche per le vicissitudini scandalose di un matrimonio “a tre”, per il quale purtroppo dovette subire il tradimento del marito con Camilla Shand e dal quale prese le distanze, divorziando nel 1996. Nel 1997 la celebre e sfortunata Lady Diana, morì a causa di un incidente d’auto a Parigi il 31 agosto. A volte mi domando, come sarebbe oggi Lady D? Sarebbe orgogliosa dei suoi figli e amerebbe infinitamente i suoi nipotini. Sarà stato il destino o forse, per le tesi complottiste, la crudeltà di chi non le voleva bene a decidere di portarcela via così presto.

the-history-of-the-it-bag-dior-princess-diana

La borsa Lady Dior è abbastanza giovane non ha un’evoluzione o una storia antica come la 2.55 o la Kelly di Hermès. Nel suo percorso, nonostante ci ricordi l’infausto destino della dolcissima ed elegante Lady D. ha saputo conquistare l’universo femminile grazie alla sua classe innata trasformandosi, ben presto, in un must have da avere ad ogni costo!

Nasce nel 1995 su richiesta di Bernadette Chirac, allora first lady francese: la borsa voleva essere un omaggio a Lady Diana in occasione della sua visita durante l’inaugurazione di una mostra al Gran Palais di Parigi. Il motivo a cannage della pelle è un segno di riconoscimento della maison: Christian Dior utilizzava questa texture all’interno dei suoi prodotti, riproducendo così la lavorazione di una sua poltrona. La linea pulita e squadrata viene movimentata dai preziosi charms, la cui forma rappresenta ogni lettera della parola “Dior”. Questa It-bag non l’avete solo vista nelle mani di Lady D. sicuramente l’avrete notata come accessorio irrinunciabile nel look di Blair in Gossip Girl, nei colori, materiali e misure diverse e sfoggiarla in ogni occasione. Ce n’è per tutti i gusti, basta solo decidere di acquistarla e inserirla nella nostra cabina armadio “Vintage Amarcord”, reparto borse e sicuramente ci starebbe davvero bene non trovate? La Lady Dior vi farebbe sentire anche più coccolate e amate come solo una borsa ed un grande magazzino sanno fare. Evviva lo shopping!

di Michele Vignali

Michelevignali.wordpress.com

 

Michele Vignali

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: