Franca. Chaos and Creation al Cinema di Venezia

Franca Sozzani - fonte immagine i-D

Franca Sozzani – fonte immagine i-D

Franca. Chaos and Creationè appena stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia 2016, riscuotendo un notevole successo e attirando l’attenzione sul red carpet di tutto il fashion system. Il documentario racconta attraverso stralci di interviste, testimonianze dirette e materiale completamente inedito, la vita della regina della moda Franca Sozzani e dell’impero Vogue Italia di cui è direttrice editoriale. A girare l’intero documentario è stato il regista fotografo e figlio della stessa Sozzani, Francesco Carrozzini.

Occhi celesti, lunghi capelli biondi, silhouette impeccabile e un sorriso smagliante, Franca Sozzani, nonostante rappresenti una delle donne più importanti e influenti nel mondo della moda, risulta riservatissima nella vita privata. Abbiamo dunque ragion di credere che per girare un documentario sulla sua vita, abbia voluto accanto a sé proprio suo figlio Francesco Carrozzini; il quale conoscendola meglio di chiunque altro, sia riuscito nell’impresa di catturare e penetrare attraverso “il terzo occhio” della telecamera di 8 millimetri in bianco e nero, in una delle più grandi menti artistiche e creative dell’universo moda.

Nella vita, Franca Sozzani è tutt’altro che un “Diavolo veste Prada”, perché risulta sempre disponibile e cordiale con tutti. Durante gli eventi, è facile avvicinarla per chiederle consigli, e Lei, sempre con molta sincerità e schiettezza, risponde mettendo a disposizione tutta la sua esperienza.

Nella moda l’unica costante è il cambiamento ma Franca Sozzani non ha solo apportato innovazione e sperimentazione alla rivista Vogue Italia, ha il merito di averla resa democratica, pur mantenendo standard elitari. Basti pensare ai numerosi Vogue Talents: Who is on next? Upload Your Talent; The Next Generation, Photo Vogue e tantissimi altri. Questi contest rappresentano solo una minima parte delle opportunità che vengono organizzate per far emergere i giovani designers e fotografi, attraverso i quali vengono scoperti dei veri e propri astri nascenti. Il talento per Vogue è linfa vitale, motore essenziale per rinnovare, seminare idee e coltivare il futuro di un’azienda, che nonostante la crisi, ha mantenuto quello slancio creativo e artistico, collante invisibile mondiale.

Non possiamo non menzionare il blog di Franca Sozzani, sul nuovo sito Vogue.it, all’interno del quale si è andata a creare una Vogue’s Community, che ha accomunato per diverso tempo, aspiranti giornalisti di moda o semplici appassionati: la Direttrice infatti, attraverso i suoi personalissimi post, dà la possibilità di descrivere “a caldo” le sfilate e i migliori commenti verranno pubblicati sulla rivista cartacea. Attraverso il blog, Franca Sozzani, ha mantenuto e maturato nel tempo quel filo diretto con tutta la comunità, mostrando il “lato umano” della rivista non solo di alta moda ma ha dimostrato di essere in grado di elargire consigli, affrontare tematiche attuali, proponendo considerazioni psico-sociali. Una vera e propria “Scuola di pensiero on line” firmata Franca Sozzani, attraverso la quale si apprende, ci si confronta, si migliora, si realizzano piccole pubblicazioni, si ha la possibilità di farsi conoscere.

Sarebbe stato difficilissimo girare un documentario su Franca Sozzani e non solo per i suoi impegni lavorativi che la trovano a dover viaggiare costantemente ma proprio per questa sua impenetrabile riservatezza e professionalità. Franca. Chaos and Creation risulterà sicuramente più originale, diverso dai vari documentari, in quanto indagherà, con accurata sensibilità e introspezione nella vita della direttrice, vista e vissuta al tempo stesso, attraverso gli occhi del figlio Francesco. Infatti Carrozzini ha dichiarato: “quando mio padre è morto, mi sono reso conto che mia madre era tutto quello che mi restava. Volendo instaurare una connessione più profonda, ho girato la telecamera su di lei e l’ho usata come mezzo per esplorare il nostro rapporto, in un modo nuovo, e per dare voce alle domande che non avevo mai fatto prima”.

Le interviste rilasciate appaiono quasi “rubate” tra un impegno e l’altro, quando Franca Sozzani e figlio si spostavano per arrivare in aeroporto o partecipare ad un evento. Inoltre, a rendere ancora più interessante il documentario, sono le numerose testimonianze pervenute dai più grandi creativi del settore moda: Karl Lagerfeld, Donatella Versace, la giornalista Suzy Menkes, la modella Naomi Campbell, il fotografo Bruce Weber e tantissimi altri che celebrano la figura di Franca Sozzani come poliedrica, moderna, globetrotter e considerata dai più esperti la direttrice di Vogue più originale e innovativa.

Originaria di Mantova e laureata in Lettere e filosofia, ha iniziato a lavorare nel mondo della moda con la rivista Vogue Bambini. Nel 1980 a soli trent’anni, è stata nominata direttrice della rivista Lei e tre anni dopo della versione maschile Lui. Nel 1988 divenne direttrice di Vogue Italia e nello stesso anno e nello stesso mese, l’edizione americana veniva diretta da Anna Wintour. Durante gli anni Franca Sozzani è diventata responsabile di tutte le riviste che ruotano attorno a Vogue: L’Uomo Vogue, Vogue Gioiello, Vogue Sposa, Vogue Bambini e Vogue Accessory. Dal 1994 è direttrice editoriale della casa editrice Condé Nast Italia.

Ma ciò che contraddistingue Franca Sozzani è il suo grande impegno solidale, sempre in prima linea, con eventi per raccogliere fondi, campagne umanitarie, charity store e tantissimi altri. È la stessa WFP a nominarla Ambasciatrice contro la Fame del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite, sostenendo l’importanza della formazione professionale e dell’istruzione in paesi come l’Africa. Tra gli eventi più importanti dobbiamo annoverare The Vintage Project, nato come charity shop i cui proventi sono stati destinati alla Fondazione IEOIstituto Europeo di Oncologia. E ancora Convivio, raccolta fondi per Anlaids Lombardia, che quest’anno ha suscitato polemiche per lo slogan “L’Aids è di Moda”.

Ma Franca Sozzani è la Direttrice di Vogue Italia e le critiche la fortificano, non la sfiorano minimamente e ogni giorno riesce sempre a trovare il tempo per leggere e rispondere indistintamente a tutti e postare su Instagram, in selezionatissime immagini: panorami meravigliosi, cene di gala, abbracci con Armani, Valentino, Karl Lagerfeld e si lascia trasportare ad effusioni dolcissime con il suo affezionatissimo cagnolino Lazlo che la segue sempre durante i suoi numerosi viaggi per il mondo…

Credo che “Franca. Chaos and Creation” rappresenti più di un documentario, perché la vita di Franca Sozzani viene raccontata a 360° indossando questa volta un abito davvero esclusivo che la vede nelle vesti di madre, donna di successo e mentore per tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerla.

Citando Nietzsche: “Bisogna avere il caos dentro di sé per generare una stella danzante”, nel caso, Sozzani-Carrozzini bisogna essere madre e figlio per riuscire a girare un documentario come “Franca. Chaos and Creation”.

Copyright Alvufashionstyle – Alvuela Franco

 

1 Discussion on “Franca. Chaos and Creation al Cinema di Venezia”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: