Les Journées Particuliéres 2016

EmilioPucci - Villa GranaioloDSC03200

Si è conclusa il 22 maggio la terza edizione di Les Journées Particuliéres 2016 organizzata dal gruppo LVMH presso la Villa di Granaiolo della famiglia Pucci nel cuore della Toscana tra Pisa e Firenze. L’evento-mostra, curato da Maria Luisa Frisa, critico e fashion curator internazionale, ha esaltato in modo esclusivo l’eccellenza dei capi della Maison e la trasmissione del know how alle nuove generazioni.

Pucci “Elements”, ha evidenziato i tratti distintivi che hanno reso il marchio Emilio Pucci tra i più importanti e innovativi per l’arte e la moda. Nella suggestiva location della Villa Granaiolo, i visitatori hanno potuto visionare le varie fasi inerenti la realizzazione di un capo di abbigliamento: dalla progettazione, alla stampa del tessuto, fino alla creazione del cartamodello e dell’abito imbastito indossato sul manichino di prova.

Un’esperienza unica che ha sapientemente valorizzato un lavoro altamente artigianale coniugandolo alle tecniche digitali delle innovative stampanti, insieme ai giovani talenti provenienti dalle Scuole di Moda e Design: Polimoda, ECAL, e Central Saint Martins.

L’idea di trasferire l’archivio storico della prestigiosa Maison è stata della figlia del noto Marchese, Laudomia Pucci, che ha conservato il patrimonio artistico e culturale lasciato in eredità dal padre “Prince of Prints”, “Principe della stampa”, come veniva soprannominato Emilio Pucci.

La mostra-evento è stata suddivisa in tre grandi aree: Forme, Materiali e Design. La prima, ripercorreva il passaggio dalla bidimensionalità alla tridimensionalità degli abiti e da come da un design più fluido e naturale si è passati ad un uso più strutturato. I foulard da accessori si trasformano in moduli da indossare come top di seta; la tuta; i minidress, i pantaloni con tunica.

Nella seconda area, protagonisti sono stati i Materiali: dal jersey, al cotone fino ad arrivare alle meravigliose sete.

Infine i Patterns, i disegni stampati sui tessuti che illustravano meravigliosi paesaggi, monumenti, stampe optical che hanno reso celebre in tutto il mondo la Maison.

In un’altra area, allestita come un vero laboratorio artistico, è stato possibile visionare la lavorazione stampata di alcuni foulard e la progettazione, meticolosa e accurata, ottenuta con l’ausilio di software di ultima generazione per il raggiungimento di una definizione ottimale e di un colore più vivido e brillante.

Attualmente la direzione artistica della Maison di Emilio Pucci è assegnata a Massimio Giorgetti Art Director & Fashion Designer, che ha il merito di aver celebrato il passato di una delle Case di Moda italiane più gloriose, quale è Emilio Pucci, con un estremo slancio innovativo valorizzandone il lato artistico con un pizzico di estro sperimentale.

Il Gruppo LVMH conta 70 maison eccezionali e vanta un impegno continuo nel valorizzare il patrimonio creativo e storico-culturale di ogni singolo appartenente, investendo risorse per conservarlo e poterlo tramandare alle future generazioni.

WWW.LVMH.IT/LESJOURNEESPARTICULIERES

WWW.LVMH.IT

LEGGI  ALTRI ARTICOLI SU EMILIO PUCCI

OUTFIT EMILIO PUCCI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Testo e Immagini Copyright Alvufashionstyle

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: