Bonomea: rivoluzione artistica della pelletteria di lusso

BONOMEA 4

Ispirate all’arte contemporanea le creazioni Bonomea rappresentano un’innovazione nel settore della pelletteria di lusso, quella che definirei una “copernicana rivoluzione del modello”.

Non una semplice borsa ma un manufatto di prestigio che scardina completamente il paradigma delle parti e ne ricostruisce, attraverso alcuni dettagli sagome adattabili a funzioni diverse.

Sperimentazione e versatilità sono le caratteristiche principali di una borsa Bonomea, in cui piccoli dettagli inaspettati, come semplici accessori: cerniere, ganci, clip permettono di modificare con semplicità il modello, adattandosi completamente alle esigenze personali.

Durante il White a Milano, ho intervistato il direttore artistico Andrea Ciccolo che spiega com’è nata questa passione: “Sono sempre stato attratto da tutte le forme d’arte. Con Bonomea voglio sintetizzare dei punti di vista che non siano dettati da trend o dal mercato ma che esprimano una personale e originale visione, che consiste nel prendere sottilmente le distanze da ciò che è percepito come conforme. Da qui l’affinità tra l’arte, mondo indipendente per antonomasia e le creazioni Bonomea”.

Il nome “Bonomea”, continua Andrea Ciccolo: “Nasce da una visione condivisa con Linda Chang Project Manager taiwanese e il nome del marchio deriva da bonomia, che significa affabilità, semplicità dei modi, mitezza. Un nome di donna che rispecchi la personalità, elegante, aristocratica ma al contempo classica e contemporanea, tutte qualità che identificano e descrivono i valori del marchio”.

Il giovane brand, made in Italy, nato nel 2014 realizza anche una linea esclusiva di gioielli coniugata alla pelletteria in cui il know how della maestria artigiana della lavorazione della pelle si mixa con la preziosità della fabbricazione orafa vicentina.

Eccezionalità ed esclusività sono infatti i principi cardine per la classificazione di un’opera d’arte ed è per questo che Bonomea ha deciso di espandere la propria visione sulla creatività, iniziando una collaborazione con Viafarini DOCVA, centro no-profit per la promozione e diffusione dell’arte contemporanea a sostegno degli Academy Awards 2015. Questa esperienza trasforma in agente attivo il brand nel settore della formazione, permettendo così ai creativi di sperimentare e acquisire nuove conoscenze, cimentandosi nella progettazione e comunicazione del marchio, sotto la guida dell’artista Agne Raceviciute.

Con fervido estro creativo e determinazione Andrea Ciccolo reinventa e rivisita la tradizione del cartamodello: “Ogni disegno deve portare una piccola rivoluzione nella tradizione, solo così il progetto porta a delle incognite, a soluzioni inaspettate; sperimentare con rigore è un paradosso necessario”.

E’ una vera e propria rivoluzione del concetto tradizionale ed è per questo che Andrea Ciccolo e il marchio Bonomea, potrebbe in un certo senso rappresentare quello che è stato Niklas Luhmann in Sociologia, in quanto non basta conoscere il sistema ma anche ambire a trasformarlo in un qualcosa di nuovo, sperimentando, innovando, errando per poter migliorare e partorire dalla propria mente un’Idea nuova, diversa, che andrà a stravolgere, a spiazzare completamente quel senso comune di rigore, inflessibilità, dovere, paura al cambiamento. Bonomea è un brand in crescita, dotato di un alto potenziale e che ha già avviato, sperimentando, una “rivoluzione artistica” della pelletteria di lusso.

Copyright Alvufashionstyle

 WWW.BONOMEA.COM

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: