Fashion e Interior Design presso lo Spazio Curiel di Milano

Gigliola Curiel Gigliola Curiel 23

Nell’esclusivo Spazio Curiel in via Matteotti, crocevia del lusso e della moda milanese, ho assistito alla presentazione della collezione P/E 2016 della stilista Gigliola Curiel, coadiuvata dall’esposizione di mobili “Capsule Manuchedell’architetto e interior design Silvia Galbiati.

L’architetto Galbiati, vanta un’esperienza decennale nella realizzazione di interni per residenze private di lusso, progettazione e decorazione. Queste pregiatissime opere artistiche sono realizzate in materiali nobili e si caratterizzano per accogliere le richieste di una clientela più esclusiva ed esigente, con la possibilità di personalizzarle all’occorrenza “custom made”.

E’ l’Art Decò ma anche gli anni ‘60 e ‘70 ad ispirare l’estro creativo dell’architetto Galbiati con un design fluido delle forme per uno stile poliedrico capace di contestualizzarsi in diverse tipologie di ambienti, dal classico al contemporaneo.

Le originalissime lampade da tavolo adornano attraverso la soave diffusione della luce qualsiasi superficie, riflettendo il design nell’ambiente circostante. Il sofa in morbido velluto esalta l’atmosfera calda e accogliente di tutto l’arredo dello Spazio Curiel, sobrio con tocchi chic, che si caratterizza in un’eleganza innovativa ed esclusiva tra un moderno lusso e un ricercato e griffato vintage. La Galbiati, nei suoi progetti privilegia linee pure con l’organizzazione funzionale degli spazi, operando una raffinata scelta di materiali nobili, finiture, tessuti e colori e definendo ogni singolo elemento nei minimi dettagli.

Gigliola Curiel Gigliola Curiel 21

La squisita collezione P/E 2016 di Gigliola Curiel ben si coniuga all’arredamento studiato ad hoc dall’architetto Galbiati, in cui i mini abiti svasati, cocktail dress, reinterpretano un incontro inusuale tra vintage e avant-garde.

Un’eleganza che fiorisce tra pizzi couture impreziositi da cristalli e bordature dai disegni precisi che come ceselli artigianali delineano una rigorosa meticolosità e attenzione sartoriale.

La palette di colori si caratterizza di tonalità pastello dal tenue rosa, all’azzurro cielo, dal verde stelo al più acceso arancio agrumato, fino ad arrivare alle tonalità più intense con i colori vitaminici della frutta estiva.

Fil rouge della collezione P/E 2016 di Gigliola Curiel le stampe optical e pop art, che mixano emozioni pittoriche ad evoluzioni laser che descrivono dettagliatamente un guardaroba ideale per una lady metropolitana, vivace e impeccabile.

Gigliola Curiel, nipote dell’omonima fondatrice della celebre maison de couture milanese, intraprende un percorso coerente con l’eredità culturale e la straordinaria matrice professionale della madre Raffaella Curiel. Dopo la laurea presso l’Università Bocconi di Milano, completa la sua formazione con il Corso in Fashion Design al Central Saint Martin College of Art and Design a Londra e quello di Design Direction alla Domus Academy di Milano.

Successivamente diviene accessory buyer, stilista responsabile per la collezione di alta moda di Raffaella Curiel, direttrice delle vendite e delle relazioni con l’estero e nel 1998 inaugura il suo primo progetto autonomo, la linea di “Gigliola Curiel” GI.Gi S.r.l con un concetto di pret-à-porter estremamente giovane e femminile, sintesi di una tradizione stilistica sinonimo di classe, cultura ed eleganza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Copyright Alvufashionstyle

WWW.SILVIAGALBIATI.IT

WWW.RAFFAELLACURIEL.COM

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: