Fabriano Boutique Firenze e la mostra di Elisa Ci Penagini

Ph. Fabrizio Gaeta

Ph. Fabrizio Gaeta

E’ stata utilizzata da poeti e artisti di tutto il mondo, strumento indispensabile per esprimere e concretizzare il proprio estro creativo con passione e genialità, stiamo parlando dei fogli bianchi e pregiati della carta Fabriano, città storica per le cartiere dal 1264.

Inventata dai Cinesi, importata in occidente dagli Arabi, acquista valore proprio a Fabriano, attualmente culla della produzione della carta.

Nell’epoca del digitale e del touch, Fabriano e i suoi fogli permangono come elementi unici, essenziali ed eterni, spazi bianchi in cui è possibile ancora scrivere, correggere, colorare, toccare, sporcarsi e soprattutto lasciarsi trasportare empaticamente dal profumo del nuovo e dell’antico.

Attualmente i prodotti possono essere acquistati nelle boutique di Taormina, Milano Firenze, Venezia, Verona e Roma, nei musei attraverso bookshop e nei più importanti concept store nel mondo.

Il Progetto Fabriano diventa fulcro e laboratorio di oggetti di cartoleria e design dal 2013, inoltre, diventa luogo esclusivo e fucina d’incontro per artisti.

Presso la boutique di Firenze, in via del Corso 59, Fabriano ha ospitato, nella serata di ieri, la mostra d’arte contemporanea dell’artista Elisa Ci Penagini intitolata Domenicadomenica: un’interessante e originale retrospettiva di articoli stampati e di immagini del Sole24Ore sovrapposti e resi irriproducibili e unici attraverso il supporto su carta.

Elisa Ci Penagini commenta che: “Il fatto di aver selezionato e scelto tra i tanti giornali proprio il Sole24Ore, non ha nessuna valenza politica o preferenza particolare ma solo una scelta personale, un motivo prettamente culturale e di espressione. Inoltre, è proprio dal testo che riesco ad estrapolare le immagini che intendo sovrapporre”.

Un surrealismo fotografico, in cui l’attualità fonte primaria di comunicazione, tende a confonderci, la notizia sfogliata e letta quotidianamente, diventa protagonista, come uno specchio sociale sul quale riflettere. Stato confusionale, polifagia di immagini fagocitate, testi scritti e letti senza avere il tempo di essere interiorizzati o interpretati, sprigionano nell’estro creativo la voglia di comprendere, di indagare e rappresentano i maggiori quesiti posti dall’uomo contemporaneo.

I Media assurgono ad arte e il quotidiano si sublima e si interpreta con immagini su immagini in un’esplorazione caleidoscopica dei fenomeni sociali, culturali, etici e morali, una lettura che l’artista Elisa Ci Penagini trasforma come strumento e lente di riflessione attraverso l’amalgamarsi di: Strutture e Sovrastrutture, Verità o Finzione, Essere o Non Essere. Questo è il dilemma infinito su cui si basa la nostra esistenza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

PH. FABRIZIO GAETA

WWW.FABRIANOBOUTIQUE.IT

Si ringrazia per la squisita accoglienza l’Ufficio Stampa Ruskiduski e Adelaide Corbetta

Copyright Alvufashionstyle

 

3 Discussions on
“Fabriano Boutique Firenze e la mostra di Elisa Ci Penagini”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: