Storia delle borse: Kelly e Birkin di Hermès di M.Vignali

La storia della Kelly Bag di Hermès risale al 1937, presso l’omonima azienda diretta dai fratelli Adolphe and Émile-Maurice, (nipoti del fondatore della Maison Thierry Hermès). La maison infatti nasceva a Parigi come selleria specializzata per bardature e finimenti da cavallo.

La handbag fu pensata in origine come una borsa porta-sella, da utilizzare durante le battute di caccia. È da questo presupposto che i fratelli Hermès decisero di intervenire: riducendo le sue dimensioni e trasformandola in un’elegante borsa da passeggio.

La borsa ottenne subito successo, ma dovremo aspettare circa vent’anni, prima che questo gioiellino di Hermès, venga battezzato con il nome che tutti conosciamo. Infatti nel 1956, Grace Kelly, una delle attrici più amate dal cinema hollywodiano e da poco diventata principessa di Monaco, cerca di nascondere la gravidanza di Carolina celando il pancione dietro la sua borsa Hermès. La foto finisce sulla copertina di Life e da quel momento, per Hermès, niente sarà più come prima. Quella borsa senza nome, infatti, prenderà per sempre il nome della donna che l’ha resa celebre: Kelly.

Dal 1956 a oggi, la Kelly è diventata una delle borse più eleganti e amate al mondo e ancora ai giorni nostri il suo stile è fonte di ispirazione anche per i più grandi stilisti. Uno dei tratti distintivi è senza dubbio la chiusura metallica che prevede l’uso di una chiave, di solito nascosta nell’inserto in pelle attaccato al manico oppure attraverso la chiusura ermetica a lucchetto.

La Kelly è stata realizzata, successivamente, in 7 diverse misure: dalla mini Kelly alla Kelly 32 e rappresenta il modello più diffuso e più amato dalle celebrities, declinato ad ogni stagione, con colori e materiali diversi e pregiati, come lo struzzo, il coccodrillo, la lucertola, il vitello e molti altri.

La Kelly, ancora oggi, è considerata una delle borse più belle al mondo.

Parliamo ora, della celebre Birkin di Hermès. Quale storia si cela dietro questo modello? Il nome deriva da Jane Mallory Birkin, attrice e cantante inglese, che riscosse un enorme successo in Francia con un riconoscimento internazionale. Jane Mallory, conosciuta al grande pubblico, come Jane Birkin, rappresenta la donna a cui la celebre maison ha dedicato una delle borse più amate in tutto il mondo, dalle star e non solo.

Nel 1984 l’attrice e cantante, come ha dichiarato alla celebre giornalista di moda e costume, Dana Thomas, si trovava su un volo da Parigi a Londra. Accanto a lei viaggiava Jean-Louis Dumas, allora stilista per la maison che in seguito divenne il presidente. Durante il viaggio, dalla borsa dell’attrice, caddero una miriade di fogli e di appunti e si lamentò del fatto che non vi era alcuna borsa in commercio, in grado di contenere tutto.

A questo punto Dumas, decise di prendere in prestito la borsa e dopo qualche giorno la restituì all’attrice in un formato più grande con l’aggiunta di una tasca.

La Birkin di Hermès è attualmente la “it bag” più desiderata. Questo modello di borsa, si ispirava alle esigenze di una “star contemporanea”, alle prese con mille impegni di una giornata di lavoro e alla ricerca di un modello di borsa che potesse essere comoda ed elegante, morbida e capiente, un desiderio che Hermès ha realizzato per la stessa attrice e per tutte le donne.

La Birkin di Hermès nasce dunque come borsa destinata a donne moderne, mentre la “sorella” Kelly, diventa, nel tempo l’intramontabile icona della maison.

di Michele Vignali

Clicca qui per la pagina FB di Michele Vignali

QUI PUOI SEGUIRE MICHELEVIGNALIBLOG

MicheleVignaliBlog

MicheleVignaliBlog

4 Discussions on
“Storia delle borse: Kelly e Birkin di Hermès di M.Vignali”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: