I Gioielli di Natsuko Toyofuku: piccole emozioni zen

Natsuko Toyofuku

Natsuko Toyofuku

 

Una rapsodia di arte contemporanea e forme zen, l’essenza pura di un design che coniuga due mondi: empirico e cosmico. Una perfetta armonia con cui la Designer di gioielli Natsuko Toyofuku plasma materie quali argento e bronzo conferendo alle sue creazioni un design innovativo, eclettico ed artistico, un’immensa sintesi di eccellenza tra natura e spazio.

L’arte di Natsuko Toyofuku raggiunge un equilibrio sincretico di stili e culmina con il sunto di due culture completamente antitetiche: asiatica ed europea. Ogni creazione le riproduce entrambe negli aspetti più artistici ed ogni opera scultorea da indossare rappresenta un invito alla contemplazione.

Si evince un ritorno ad un’assoluta integrità, alle forme primordiali, archetipe, non ancora europeizzate dalle geometrie, dalle rette, dagli spigoli che vengono smussati, levigati, spianati per esaltare la naturale morfologia della curva, delle ondulazioni, sagomate dagli elementi presenti in natura.

Le profonde traforazioni cadenzate e ripetute, con i motivi ovoidali assurgono allo stesso valore dei pieni. Nella filosofia zen, non esiste il concetto di vuoto, di assenza di materia, poiché tutto è essenza, anche la luce che lo attraversa e in questa esclusività di espressione è la forma, nelle sue imperfezioni ad essere decantata. La spontaneità delle linee arrotondate, gli intrecci multi dimensionali, i fori ricreati e ricercati, la massa duttile e malleabile, esaltano l’essenzialità, il minimal design che ne caratterizza la raffinata eleganza. Spazio e materia nella metamorfosi naturale sortiscono effetti benefici a chi li indossa e per chi li osserva.

La conformazione organica e il design delle originalissime creazioni di Toyofuku è un continuo divenire, un’evoluzione di armonia tra materia e natura, oggetto e forma, assenza ed essenza che confluisce nella sensibilità eccelsa dell’artista che riesce a sublimarne il senso, restituendone valore.

Natsuko antepone la semplicità, le origini, la natura al caos metropolitano, alla caducità del tempo. Ogni sua creazione, è un piccolo esempio di cosmogonia pura, in cui non esistono altre influenze se non l’essenza stessa della forma che ci invita a riflettere, a placare il moto conflittuale dei nostri pensieri per raggiungere l’equilibrio perfetto e la pace interiore.

E’ lo spazio protagonista, il contesto e non l’oggetto in sé. Il vuoto diventa materia e la materia diventa vuoto in un continuum spazio-massa. La forma ideale non esiste è solo un preconcetto inventato dalle geometrie per organizzare la realtà visibile. Ma per la filosofia zen esiste anche un ordine organico e naturale delle cose, indistinto, le forme vuote hanno lo stesso valore plastico delle piene che lasciate libere all’interno di un contesto, si riempiono da sé, senza dover formulare un costrutto mentale. Così che il foro di una pietra lasciata agli agenti atmosferici, possa offrire spazio alla materia viva, alle cellule organiche: terra, acqua, vento, luce, colmeranno quel vuoto attraverso il naturale germogliare dei fiori.

Ogni gioiello di Natsuko Toyofuko è intriso di un valore antropologico e filosofico immenso, in quanto riflette un profondo senso di umanità, di armonia con la realtà, di amore verso il creato. Un istinto primordiale e animista, che la civiltà moderna ha obliato ma che ritroviamo nella spettacolare pellicola di Akira Kurosawa, con il personaggio di “Dersu Uzala, piccolo uomo delle grandi pianure”.

Una poesia da indossare, un haiku per riscoprire la naturale bellezza delle forme e dell’Amore in senso cosmico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Copyright Alvufashionstyle

Per gentile concessione immagini press office Chili PR

WWW.NATSUKOTOYOFUKU.COM

5 Discussions on
“I Gioielli di Natsuko Toyofuku: piccole emozioni zen”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: