Il surrealismo bucolico e indossato di Vivetta

Vivetta

Vivetta

 

Un cantico delle creature sartoriale, un inno alla vita bucolica e all’arte onirico-surrealista: è questo il mood della collezione realizzata dalla Fashion Designer Vivetta Ponti intitolata, “Glamourama”.

Non a caso, la “poetessa del tessuto”, ha scelto come location per la sua originalissima presentazione il Fioraio Bianchi Caffè, nei giorni in cui si svolgeva la Milan Fashion Week.

Le scenografiche e raffinate composizioni floreali esaltate dall’inebriante profumo intenso rievocavano un ambiente sofisticato e squisitamente retrò in pieno stile parigino, mentre, la raffinata collezione di Vivetta celebrava, in un connubio multisensoriale d’antan contemporaneo, l’amore fanciullesco e pascoliano verso l’infinitamente piccolo.

La collezione Vivetta è intrisa di un estro creativo non comune ma dettato dalla delicata sensibilità femminile condita da un aroma di ricordi d’infanzia e momenti ludici sui verdi prati, in compagnia di un mondo fiabesco fatto di sogni, di bambole e di memorie.

Come un poeta Vivetta racconta facendo affiorare dai tenui cappottini rosa, teneri baci rubati con bordature stilizzate in nero, come fosse una pagina bianca dipinta ad inchiostro di china.

I romantici colletti ricamati, diventano protagonisti delle meravigliose camicie di seta e popeline, ironizzando sul conformismo della vita e sui gesti delle mani che sistematicamente e quotidianamente facciamo: agganciare il bottone al collo. La banalità del gesto viene sublimata da Vivetta, riscoprendo quel lato semplice della realtà, che decanta una femminilità autentica e mai scontata.

Incantevoli le mise realizzate in broccato e canvas, dai minuziosi dettagli sporty-chic con bordini tecnici a contrasto coniugato con un liberty dal taglio contemporaneo e dritto.

Infine tutta la collezione assorbe, come una pioggia artistica in stile “magritte” il cubismo di Picasso insaporito dall’inconsueto surrealismo daliniano che ha come protagonisti visi scomposti, occhi, bocche, che si rivolgono al nostro inconscio, e che sembrano quasi sussurrare alla nostra coscienza di interpretare il lato scomposto e recondito della bellezza, in maniera ironica e divertente.

Positiva la collezione di Glamourama della Ponti, una poesia, un cantico, una meravigliosa storia di Vivetta nel Paese della Meraviglie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

www.vivetta.com – shop on line

Copyright Alvufashionstyle

3 Discussions on
“Il surrealismo bucolico e indossato di Vivetta”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: