V°73 fa rivivere a Pitti Uomo la Venezia dei Dogi

V°73 - Foto Alvufashionstyle

V°73 – Foto Alvufashionstyle

Nobile e signorile la scenografia in puro stile veneziano settecentesco, scelta per la presentazione a Pitti Uomo 86 del brand di borse e accessori V°73. Un quartetto d’archi d’eccezione ha affascinato una folla di appassionati presso lo stand situato nel piazzale centrale, durante lo svolgimento della prestigiosa kermesse di moda fiorentina.

Le concertiste agghindate con mise tradizionali e sontuose come nobildonne dell’epoca, evocavano un raffinato gusto del lusso e dello sfarzo, in un’atmosfera antàn rètro. Le bellissime creazioni della designer Elisabetta Armellin, brillavano di luce propria, esaltate dalla presenza di oro e argento su una bellissima tavola dogale allestita tra calici di cristallo e candelabri storici.

I camerieri ai lati servivano su un vassoio d’argento le magnificenti borse dalle cromaticità brillanti che invitavano l’osservatore ad uno squisito assaggio di tinte: crème, vaniglia, rosso ciliegia, verde pistacchio, marron glacè, in un contesto alchemico tra contemporaneo e rococò.

Modello di punta della collezione V°73 è Candy, lo zaino in argento opaco, corposo e leggero, realizzato con un nuovo materiale, un tipo di nylon, ricamato con l’all – over che rappresenta una variante della borsa Cruise Must Have della stagione estiva.

La Cruise è infatti realizzata con una doppia palette di colori a contrasto: nero-grigio, mandarino-blu, giallo- limone, verde oliva.

Fastosa la linea Venezia arricchita di grintose borchie, interamente realizzata in pelle, contraddistinta dal charm dorato che richiama il raffinato design a fiore del Palazzo Ducale, creata anche nella versione originale Venezia Bamboo.

Il logo V°73 è nato dall’ ispirazione artistica e dai ricordi indelebili della stilista Elisabetta Armellin. Il numero 73 infatti era una cifra ricorrente che oltre ad indicare il proprio anno di nascita, corrispondeva ad una delle quattro cifre del numero civico dell’atelier di pittura che frequentava a Venezia.

V°73 ci ha piacevolmente sedotto con una performance affascinante e incantevole, tra un accordo di violino, un calice brillante di cristallo, i drappi delle ampie gonne ricamate in oro delle pompose concertiste in maschera, in un sogno veneziano che è diventato realtà, un anello di congiunzione tra il Ponte dei Sospiri veneziano e un Pitti Uomo 86 fiorentino.

Un Rondò Veneziano di materiali innovativi, tra nylon, pelle e canvas, un design contemporaneo esaltato dalle cromaticità accattivanti e grintose. Una collezione profumata di ricordi, antiche emozioni, viaggi che narrano le vicissitudini regali di salotti sfarzosi e di romantiche gite in gondola.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sito V°73

Copyright Alvufashionstyle – V°73 – Press 2

7 Discussions on
“V°73 fa rivivere a Pitti Uomo la Venezia dei Dogi”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: