Fiorentini Mood: la calzatura a regola d’arte

Fiorentini Mood - Pitti Uomo 86

Fiorentini Mood – Pitti Uomo 86

Fiorentini Mood è la storia di un calzaturificio di Pieve a Nievole in provincia di Pistoia e di due ragazzi: Giancarlo Zegarra di Lima, in Italia da quattordici anni e il toscano Federico Bechini che con passione e dedizione hanno creato un brand di calzature interamente “su misura”.

Due storie di vita, destinate ad incontrarsi, uniti da un’unica passione: la calzatura “fatta a mano”.

Giancarlo, dopo aver trovato lavoro nel settore in qualità di Modellista e Designer, nonché come tecnico delle calzature, inizia ad entrare in contatto con tutti i maggiori maestri artigiani italiani, frequentando le loro botteghe e i laboratori. E’ Miro Bonora (ex Direttore di A. Testoni) ad insegnargli e ad introdurlo a quella che oggi può considerarsi una vera e propria arte.

Federico inizia a studiare Scienze Politiche ma si lascia prendere dalla passione delle calzature e si “inventa” imprenditore. A 21 anni già lavora per alcuni importanti marchi italiani e toscani e nel 2006 viene eletto Presidente del Consorzio Toscana Shoe Components, che gli permette di viaggiare e di crescere professionalmente. Dal 2007 con il consorzio entra a far parte di diversi progetti finanziati per realizzare corsi di formazione nel settore delle calzature.

Durante uno di questi viaggi avviene il fatidico incontro con Giancarlo, due menti creative, unite dalla passione verso la calzatura artigianale.

In una “contaminatio” di know how e di esperienza, mista alla passione, danno vita al brand Fiorentini Mood realizzando due collezioni, una classica Giancarlo Zegarra e una più grintosa ispirata a brand quali M. Altieri Ze/ga/rra Handmade, con cui Giancarlo ha potuto collaborare.

I componenti a partire dal filo, puntali e contrafforti sono interamente realizzati a mano. Inoltre, l’esclusività e l’altissima qualità è data da un’attenta selezione dei materiali tra i migliori cuoi e pellami.

La filosofia di Fiorentini Mood – come spiegano Federico e Giancarlo -: “Non è quella di prendere gli attrezzi in mano per realizzare un prodotto, per noi ogni paio di calzature è una creazione unica ed è una soddisfazione immensa poterla vedere calzare perfettamente ai piedi di un cliente soddisfatto, come è successo a Pitti con Luca Argentero. Prediligiamo la costruzione Goodyear fatta interamente a mano, al fine di poter esprimere ai massimi livelli la cultura del Bespoke e di una calzatura che legge in ogni minimo dettaglio la conformazione del piede garantendo i più alti livelli di confort.Ci poniamo al servizio dei clienti per accontentare ogni loro richiesta e soprattutto per far loro conoscere le mille sfaccettature ed opzioni che si celano dietro una calzatura.

In fondo non si deve mai dimenticare che la calzatura è fatta per camminare e non è solo uno strumento di moda”.

Nella ricerca dei cuoi e dei pellami più pregiati, quali il cordovan, i vitelli francesi e altri pellami di altissima qualità, è nata la collaborazione con il Consorzio Vero Cuoio – Cuoio di Toscana, che ne ha sostenuto il progetto e in occasione di Just Like a Man a Pitti Uomo 86, ha visto il brand Fiorentini Mood nel ruolo di Sciuscià, “lustrascarpe” con Luca Argentero, presso il corner del Padiglione Centrale.

Un’esperienza che ha arricchito anche noi semplici osservatori e che ci ha regalato e trasmesso quel profumo di cuoio, di tradizione, di passione verso un mestiere che purtroppo sta scomparendo ma che sente l’esigenza di emergere e di essere valorizzato, accolto e sostenuto dalle menti giovani, le nuove leve del futuro che realizzeranno le calzature Made in Italy più ricercate al mondo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alvufashionstyle

4 Discussions on
“Fiorentini Mood: la calzatura a regola d’arte”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: