Con Winnie Harlow la vitiligine diventa fashion

Winnie Harlow - Roberto Cavalli - Polyvore

Chantelle Winnie in arte Winnie Harlow, è una top model canadese che sin dall’età di quattro anni è stata affetta da vitiligine: una malattia della pelle, che provoca chiazze più chiare rispetto al resto della cute, provocata dall’assenza di melanina e di pigmenti colorati.

Winnie ha delle macchie chiare con margini ben delineati che la rendono unica nella sua professione. Ma ciò che la caratterizza è sicuramente la determinazione e un carattere che si è andato rafforzando nel tempo, nonostante la dura adolescenza.

Il suo corpo la differenzia, la distingue dalle altre top model e la inneggia ad opera d’arte. Winnie ha reso la vitiligine il suo punto di forza, un modo di essere e di reagire alle avversità della vita.

L’outfit è stato realizzato per esaltare la bellezza e la peculiarità della sua fulgida pelle. L’abito e gli accessori utilizzati provengono dalla geniale mente creativa di Roberto Cavalli e della sua maison fiorentina.

Esistono diverse affinità tra la top model e il brand. Roberto Cavalli proviene da una famiglia di artisti, il nonno Giuseppe Rossi era un pittore, esponente della corrente dei macchiaioli ed alcune opere sono esposte presso la Galleria degli Uffizi di Firenze.

Inoltre, negli anni ‘70 rivoluziona la moda e brevetta la tecnica di stampa sulla pelle realizzando i celebri “patchwork”. Altra peculiarità affine, riguarda le stampe animalier che ne caratterizzano lo stile: elegante, grintoso e raffinato.

Winnie e Roberto Cavalli lodano entrambi il chiaro – scuro, le macchie di colore, le sovrapposizioni cromatiche, poiché ripercorrono nel pensiero “macchiaiolo” il rimbalzo della luce sugli oggetti.

I macchiaioli rievocano la lavorazione degli antichi mosaici in cui la figura viene spezzettata in migliaia di tessere, spetta infine alla mente ricreare e ricostruire il tutto in maniera sincretica.

Così che la forza evocativa della “macchia” viene recepita dalla mente attraverso l’occhio e ricostruita in base ai ricordi profondi dell’oggetto.

Outfit creato con Polyvore

Alvufashionstyle

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: