Un outfit futurista: Emilio Pucci e Giacomo Balla

Outfit pucci

Seducente e intensa la “Rapsodia in Blu” cobalto che orna l’elegante design dell’abito lungo in jersey realizzato dalla maison Pucci per la primavera/estate 2014.

Cromie vibranti che evocano un grafismo di linee e stampe geometriche che si diramano e si intersecano in un gioco asimmetrico ed eclettico. Una prospettiva inusuale e attraente che rende inconfondibile lo stile Pucci e lo eleva a pieno titolo tra i più originali mood di questa stagione.

Un outfit che rende omaggio al “The Prince of Prints” come fu incoronato negli anni ‘50 dalla stampa internazionale per aver rivoluzionato e destrutturato la moda rigida con un fluido e sofisticato gioco di combinazioni cromatiche e grafismi futuristi, osando e improvvisando, come in una tessitura jazz toni chiari e scuri in un contrasto altisonante, sinfonico, di alti e bassi, azzurro mare e celeste cielo.

Una scenografia contemporanea fa da sfondo alla suprema e aristocratica mise, realizzata con i dipinti di Kandinsky e Giacomo Balla che rievocano ed esaltano forme geometriche dalle cromie acute, pungenti e vivaci, in un gioco dinamico di forme irregolari ed astratte.

Con Giacomo Balla, l’intenzione dell’artista supera la realtà e si proietta in un futurismo dai colori freddi, un moto che rievoca lo scandire meccanico divisionale e ne esalta l’estetica della sincronicità.

Antitetica l’opera di Kandinsky in cui ogni linea, punto o forma geometrica è carica di significato. Le creazioni geniali derivano da un istinto innato e inconscio dell’artista che una volta realizzata l’opera trova pace ed equilibrio interiore e raggiunge uno status di appagamento sensoriale e contemplativo.

Infine, il design innovativo e moderno delle poltrone “Madame – World of Emilio Pucci Edition” presentato da Kartell che riproducono alcune città raffigurate attraverso originalissime stampe: Avenue Montaigne a Parigi, Piazza di Spagna a Roma, Madison Avenue New York.

Le creazioni realizzate dalla maison Pucci, di cui la figlia Laudomia ne ha ereditato la direzione del brand, evocano un vortice multisensoriale, urlano dentro e pungono come ghiaccio, rafforzando i colori in un contrasto timbrico, delicato come il cristallo, vigoroso e penetrante nel blu cobalto.

L’osservatore rimane spiazzato dai contrasti urlati tanto da rimanerne avvolto in uno status iperbolico di ottimismo elevato divenendone parte integrante.

Outfit realizzato con Polyvore

Alvufashionstyle

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: