First day : Milan Fashion Week F/W 2014-2015

La prima giornata Milan Fashion Week F/W 2014-2015 propone una donna musa di stile ed eleganza nelle tonalità variegate dal raffinato grigio perla, terra, sabbia, al torrido ruggine.

Una texture mista alla pelle, lucida e cangiante, talvolta impreziosita dalla brillantezza dei cristalli.

Sensuale ed intrigante la donna descritta da Angelo Marani che valorizza la linearità del design attraverso il monocromatico nero petrolio. Provocanti cerniere dorate definiscono un uso versatile e personale dello stile, tagliando trasversalmente le gonne che scoprono con audacia le gambe, lasciando intravedere, a seconda della lunghezza, una silhouette dal fascino pungente. Originali stampe animalier polimorfe pungono l’attenzione con una variegata palette cromatica che sfiora i toni del viola, rosso, giallo e grigio antracite.

Frida Giannini per Gucci ci riporta agli anni ’70, con abiti di forma trapeizoidale e romantiche svasature.

Una femminilità descritta in chiave bon-ton, con colli alti e una palette di colori naturali: dal verde prudente al grigio composto e dal rosa antico al color pelle, il tutto modernizzato da eco-pellicce e stivali pitonati.

Byblos Milano ci sorprende con abiti dai longilinei grafismi dèco, interpretabili come test Rorschach a macchia di inchiostro, tendenzialmente interpretabili come delle tavole di personalità osservabili oggettivamente. Elettrizzante l’uso del blu elettrico, del rosso magma e del nero intagliato. Il design delle gonne celebra l’eleganza moderna dei petali di calla.

Dettagli di eleganza che catturano l’attenzione: squisite le stampe disegnate su un delicato rosa tenue della collezione Frankie Morello. Immagini oniriche, volti di donna, occhi, oggetti sembrano quasi scaturiti dalla fase rem di un fervido sognatore.

Si biforcano come rami a passo sommesso le bellissime fate dei boschi di Alberta Ferretti con abiti dorati, nuances verdi e castano corteccia. Le tonalità invernali variano dall’arancio cotto al torbido bordeaux.

Preziosi pizzi trasparenti su velo nudo, e applique di foglie cangianti sugli abiti cuciti come fossero frutti di bosco.

La donna di Alberta Ferretti è un’eterea ninfa, esempio di bellezza pura e naturale, che sembra uscire da una tela trompe l’oeil a designare l’arrivo dell’inverno con stampe romantiche di uccelli migratori e autentici orli sfilacciati da un soffio di vento.

Di seguito vi rimando al link della Camera Nazionale della Moda Italiana:

Angelo Mariani

Simonetta Ravizza

Alberta Ferretti

Gucci

Byblos Milano

Frankie Morello

Alvufashionstyle

2 Discussions on
“First day : Milan Fashion Week F/W 2014-2015”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: