Conspiracy: l’Arte di indossare un Sandalo


conspiracy

 

ENGLISH VERSION

Riduttivo chiamarli sandali, sono delle vere e proprie opere d’arte. Le Conspiracy sono dei gioielli di ingegneria e design. Come spiega lo stesso stilista, Gianluca Tamburini, la loro creazione prevede l’uso di materiali poliedrici quali: le solette scolpite in alluminio aeronautico, una speciale lega che viene utilizzata per la componentistica della Formula Uno, insieme ad altri materiali naturali quali corda, canapa, minerali.

Le scarpe sono smontabili e personalizzabili per una clientela sempre più esigente che ama l’esclusività.

Queste opere d’arte da indossare sono completamente Made in Italy, realizzate artigianalmente in Emilia Romagna e Toscana.

L’outfit che ho creato è in bicolore cromatico bianco-nero che tende ad esaltare le forme e quindi il design.

Avendo inserito l’abito e gli accessori all’interno delle teche su sfondo bianco, l’osservazione risulta geometrica e stilizzata, come se gli oggetti fossero stati collocati su un piano cartesiano, con l’asse delle ascisse ed ordinate: x, y come se si trattasse di un grafico.

La schematicità delle linee viene completamente interrotta e sconvolta dalle rotazioni dei piani dei quadri di Escher e dalle tipiche e ricorrenti tessellature degli spazi a scacchiera.

L’abito di Alexander McQueen con la sua texture risponde alla funzione di distorsione geometrica delle curve che va a contrastare lo stile rigido e lineare della borsa tridimensionale.

Il sandalo Conspiracy  aumenta la percezione visiva dell’osservatore attraverso il riflesso metallico e il contrasto chiaro-scuro e ne accentua la voluminosità irregolare attraverso il singolare design del tacco 12.

Alvufashionstyle

2 Discussions on
“Conspiracy: l’Arte di indossare un Sandalo”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: